Viaggiare nelle Parole

Camminare lasciandosi i posti conosciuti alle spalle per scoprire luoghi dove eravamo solo giunti con la forza dell’immaginazione è qualcosa di speciale e meraviglioso.

Colori, culture e usanze ci scorrono sotto gli occhi e ci riempiono lo sguardo…

Ma tutto ciò è possibile anche dalla poltroncina di camera nostra.

Credo che tutti abbiate capito a cosa mi riferisco: gli ingredienti sono pochi e la ricetta è semplice…una buona storia e fantasia.

Il viaggio comincia.

Avrete certo preparato la lista di libri che avete intenzione di divorare durante questa estate!

Oggi vi presento brevemente i due titoli che ho avuto modo di leggere durante questa prima settimana al mare (si, le persone comuni al mare nuotano o prendono il sole. Io al mare leggo. E poi tutti si stupiscono chiedendomi come mai non mi abbronzo)

I Pilastri della Terra

Questo libro ci è stato assegnato a scuola come lettura estiva e ammetto che quando ho scoperto avrei avuto 1030 pagine a separarmi dalle mie letture personali ho provato un leggero odio nei confronti di Ken Follet…

Ma mi sono sbagliata, la storia con tutti i suoi personaggi non può che coinvolgere il lettore, mi sono ritrovata proiettata in un Medioevo fatto di carestie e guerre ma anche di mercati, sapori, odori e amore.

Filo conduttore è la costruzione di una cattedrale con il principio delle volte per le campate e ad una studentessa dell’artistico amante della storia dell’arte non poteva che interessare, ma non lasciatevi scoraggiare da questo aspetto che potrebbe sembrarvi noioso, non potrete non amare i protagonisti e le loro vite…

A parte qualche scena a luci rosse che ho trovato un po’ pesante, mi è piaciuto davvero molto, tanto che l’ho letteralmente divorato in cinque giorni 😉

PS: ho scoperto or ora che è stata creata una miniserie tv su I Pilastri della Terra e che il mio personaggio preferito (Jack Jackson) è interpretato da un attore che mi piace moltissimo: Eddie Redmayne

 

Vita di Pi

E visto che di viaggi parlavamo tanto vale tuffarsi nell’Oceano Pacifico con Pi e Richard Parker…

Superata la premessa leggermente noiosa la storia si farà curiosa ed intrigante, da tenere il fiato sospeso.

Sette mesi alla deriva su una scialuppa di salvataggio con la compagnia di una tigre scorreranno sotto i vostri occhi in un batter d’occhio perchè non avrete il coraggio di chiudere la copertina prima di aver scoperto com’è finita.

Unica cosa che non mi è piaciuta è la fine poiché, se fino ad allora la storia è narrata con realismo, alla fine Pi si trova su quest’isola su cui succedono cose strane e questa anomalia secondo me rovina la sensazione di verità che ispira il resto del racconto.

***

Nei prossimi giorni le altre letture saranno:

Romeo e Giulietta (per scuola, in inglese)

A spasso nel Bosco

Innamorarsi in un giorno di pioggia

Le luci nelle case degli altri

Veleno di Inchiostro

Nicholas Flamel – L’immortale

E poi verrà il momento di scegliere i libri da portare in montagna…ma già so che ci saranno sicuramente: “Wild” e “Mangia, prega, ama”

Voi avete già compilato la vostra lista? Quali sono i titoli che vi intrigano di più? Avete mai letto qualche libro che vi ha rubato il cuore?

Io credo di non poter rispondere a quest’ultima domanda senza aprire una parentesi infinita 🙂

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...