Tanti modi per dire…

vday14_1.gif

Più che per “dire” sarebbe più opportuno usare il verbo “scrivere”

Oggi, praticamente per caso, mi sono ritrovata a curiosare nella storia dell’evoluzione del logo del motore di ricerca conosciuto in tutto il  mondo.

Il primo settembre 2015 è cambiato, come avrete tutti notato, il logo che eravamo ormai abituati a conoscere.

Ma non è stato il primo “restiling” della famosa scritta:

Screen-Shot-2015-09-02-at-14.13.57.png

Ma cos’è, esattamente, Google?

Tutti noi lo usiamo centinaia di volte al giorno, ci rivolgiamo a lui per qualsiasi problema, fruga nella rete alla ricerca delle informazioni necessarie a rispondere ai nostri quesiti, dalla ricetta per Natale a una buona scusa da rifilare a un professore per non aver fatto i compiti. Fatti storici, scoop, indicazioni stradali, News, immagini, storie e schemi per studiare… ci aiuta in ogni campo.

E’ entrato così tanto nelle nostre vite tanto da essersi guadagnato un posto nei dizionari più recenti sotto il verbo “googlare” (incredibile no?)

 

Nel lontano 15 settembre 1997 (che poi così lontano non è) Larry Page e Sergey Brin, studenti dell’Università di Stanford ipotizzano la possibilità di poter indirizzare la ricerca nel world wide web (www) a seconda della considerazione di un sito.

GOOGLE che cosa dovrebbe significare?

Vi siete mai chiesti perchè abbia questo nome?

I suoi creatori si rifanno ad un termine già presente: “GOOGOL” termine utilizzato per indicare un numero composto da 1 seguito da cento zeri, in pratica:

1000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000

0000000000000000000000000000000

(e se non credete che quelli qua sopra sono 100 zeri allora contateli pure, vi sfido)

Questo aveva lo scopo di indicare la vastità delle possibilità del motore di ricerca.

Ma come avvenne la trasformazione da Googol a Google?

Fu un semplice errore.

I due studenti, al momento della registrazione del dominio, non sapevano come si scrivesse il termine matematico e così, letteralmente, improvvisarono.

Solo dopo scoprirono l’errore ma ormai il dominio era stato confermato.

Lo sapevate che...

  • Se scrivete “do a barrel roll” nella barra di ricerca di google l’interfaccia ruoterà di 360° (ci ho provato…è vero!)
  • Google ha acquistato anche i domini con errori di battitura per far sì che l’utente venga reindirizzato direttamente alla pagina originale. Per farvi degli esempi, ha acquistato:

Googlr.com

Gogle.com

Gooogle.com

466453.com (ovvero Google.com digitato con la tastiera del telefono)

  • Scrivendo ” answer to life, the universe and everything” la calcolatrice vi darà come risposta 42 perchè la domanda “fondamentale sulla vita” verrà riconosciuta come una costante matematica.

Per riempirvi di curiosità e fatti storici dovrei passarci la vita, ma sono felice anche solo di quello che ho scritto fino ad ora. A volte mi rendo conto che siamo circondati da cose, anche le più banali, senza sapere la loro storia.

Il post di oggi mi ha fato pensare che sarebbe bello approfondire altri loghi, storie di siti web e così via e non stupitevi se a breve tornerò con qualche curiosità sul logo di twitter o non so cos’altro 🙂

Sono curiosa di sapere se siete arrivati a leggere tutto! Lasciatemi qualche commento 😀

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...