Un minuto di silenzio

Questa notte Parigi ha vissuto attimi di terrore, persone dapprima spensierate occupate solo a bere un caffè al bar, ha guardare una partita di calcio allo stadio, ad assistere ad un concerto sono state private della loro vita al suono di esplosioni e colpi di proiettili. Vogliamo sedare il fragore di quelle esplosioni, di quegli spari e quelle grida. Invito te che stai leggendo a sprofondare nel silenzio, spegni la musica, non respirare nemmeno, lascia che quelle grida si liberino nell’aria e che lascino questa terra impregnata d’odio. Lascia che ci sia solo il silenzio che assorba tutto il dolore.

terrorismo_fobia

terrorismo

ter·ro·rì·ṣmo/
sostantivo maschile
  1. Lotta politica, basata su violenze indiscriminate e destabilizzanti (uccisioni, sabotaggi, attentati dinamitardi, ecc.), impiegato da gruppi clandestini rivoluzionari: t. rosso, nero; t. islamico; t. internazionale.

L’orrore assedia la Francia con un attacco terroristico a Parigi senza precedenti in Europa: il nuovo, drammatico, bilancio è di 128 morti e 200 feriti, circa 80 in gravi condizioni.

L’Isis ha rivendicato ufficialmente gli attacchi di Parigi: ”E’ la capitale dell’abominio e della perversione”. E arrivano nuove minacce dei jihadisti, che hanno pubblicato un video, senza data, in cui fanno sapere alla Francia: “Non vivrete in pace finché continueranno i bombardamenti”. Si tratta della seconda rivendicazione indiretta. “E’ un atto di guerra pianificato dall’esterno con complicità interne”, un “atto di guerra compiuto dall’esercito dell’Isis”. Lo ha detto il presidente francese, Francois Hollande, parlando in diretta tv ai francesi. “Le forze di sicurezza e l’esercito sono mobilitate al massimo livello”. Annunciati tre giorni di lutto nazionale.

(fonte: ANSA.it)

La Francia e tutto il mondo sotto shock per gli attentati della notte nella capitale. Teste di cuoio in azione nella sala da concerti, uno degli obiettivi delle almeno sette azioni terroristiche simultanee: scoperti 128 cadaveri. Tutti i terroristi sarebbero morti, ma non si escludono persone in fuga. Il presidente: “Non avremo pietà contro barbari Daesh”

(fonte: LaRepubblica.it)

L’attentato più grave è avvenuto al Bataclan, uno storico locale di Parigi dove si stava tenendo un concerto degli Eagles of Death Metal, una rock band californiana: alcuni uomini armati hanno preso in ostaggio circa un centinaio di persone e ne hanno uccise – secondo alcune stime non ancora ufficiali – circa 80. La polizia ha detto che tre attentatori nel teatro si sono fatti esplodere prima che gli agenti riuscissero a fermarli, mentre un quarto è stato ucciso. Anche alcuni ristoranti e bar del X e XIarrondissement sono stati attaccati da uomini con armi automatiche. Allo Stade de France, il principale stadio della città dove ieri sera si stava giocando una partita amichevole di calcio tra le nazionali di Francia e Germania, ci sono stati due attacchi suicidi. Allo stadio era presente anche il presidente francese Francois Hollande, che è stato portato fuori immediatamente per ragioni di sicurezza. Il New York Times ha pubblicato uno schema chiaro su ciascun attacco compiuto ieri a Parigi.

(fonte: Il Post.it)

All’indecenza umana davvero non c’è limite…

Dopo il 7 gennaio con l’attentato al giornale Charlie Hebdo la Francia risprofonda nel terrore

( https://ihavealittledream.wordpress.com/?s=Una+matita+che+unisce )

#PRAYFORPARIS

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...