Faccia a Faccia con Cristina Caboni

In questo momento metà di voi si starà chiedendo chi mai sarà questo personaggio, l’altra metà invece starà pensando:

-ommioddio Cristina Caboni. –

Caboni1-RCosimoMaffione

Per prima cosa bisogna dire che è una persona assolutamente meravigliosa, poi a pari merito viene tutto il resto…

Cristina Caboni è un’emergente scrittrice italiana, autrice dei due capolavori:

“Il Sentiero dei Profumi”

&

“La Custode del Miele e delle Api”

IL SENTIERO DEI PROFUMI di Cristina Caboni 8811682924035507 

La mia amica libraria pensa che per ogni scrittore ci sia il libro che rasenta la perfezione, che l’autore stesso non potrà mai superare. Quando ha letto “Il Sentiero dei Profumi” pensava che con il suo primo libro, Cristina, avesse già raggiunto l’apoteosi, ma con “La Custode del Miele e delle Api” ha veramente superato se stessa.

Ora, io, da profana, posso dire che sono solo a pagina 81 del primo libro, ma anche a questo modesto punto lo sto trovando meraviglioso. Ha uno stile di scrittura assolutamente coinvolgente e vivo, non puoi non innamorarti dei suoi personaggi fin dalla prima riga.

Ma ora non voglio parlare della “scrittrice”, voglio parlare della “persona” che per un’ora ha scatenato dentro di me incredulità, stupore, ammirazione, e in particolare una pura e immensa “felicità”.

Si, mentre ascoltavo le sue parole ero semplicemente felice.

ab7a12233880451e9038267bc9620a7f

L’ho incontrata perchè nella mia amata libreria era stata invitata per fare la presentazione dei suoi libri e di sé. Ho preso posto subito in prima fila, davanti alla poltroncina che l’avrebbe ospitata, accanto a lei la libraria pronta a bombardarla di domande per riassumere ciò che passava nella testa a tutti noi.

Poi è arrivata lei; è apparsa subito come una persona solare, gioiosa di vivere. Una donna in grado di emozionarsi ancora davanti agli altri, in grado di avvolgerti con le sue parole, di portarti con sé nel mondo della fantasia.

La cosa che più ho amato della presentazione è stato il suo modo di parlare dei suoi personaggi.

“Per me sono persone reali, mi raggiungono, mi raccontano la loro storia, mi parlano. Questo può avvenire in qualsiasi momento della giornata, quando meno me lo aspetto, loro sono imprevedibili, ma sono miei amici. Quando ho narrato le avventure di Elena nel “Sentiero dei Profumi” lei si sedeva davanti a me e cominciava a raccontarmi della sua vita, io dovevo solo trovare le lettere per mettere sulla carta tutto quanto…”

Non sono esattamente queste le parole di Cristina, sono un po’ danneggiate dalla mia terribile memoria (l’incontro è avvenuto il 27 ottobre) ma posso garantire che era questo che trasmetteva.

Io ho sempre considerato i personaggi delle mie storie miei amici. Mentre sentivo parlare una vera scrittrice di questa sensazione non potevo che essere al settimo cielo. Mi sentivo capita.

Un’altro motivo per il quale ammiro Cristina è per la sua capacità, per il suo coraggio di dire, un giorno nella sua vita: Basta.

a59f1f5a62014a5b8c03da2fce247c10 (1)

Non ricordo esattamente che lavoro facesse un tempo (qualcosa tra la commercialista o un lavoro in banca…scusate per la poca precisione) assieme al marito, ma non si sentiva al suo posto, non era la sua vita. Così un giorno ha mollato tutto, col marito è tornata in Sardegna, sua terra natia, e ora fa l’apicoltrice e racconta le storie dei suoi personaggi.

Ha cambiato la sua vita, solo perchè sentiva il bisogno di farlo.

L’ora che ho passato in libreria è volata letteralmente e ancora adesso ho nella testa il suo sorriso, la sua voce le sue parole piene di speranza per chiunque.

Nella vita si possono raggiungere i nostri sogni, non bisogna mollare, mai. Bisogna avere coraggio e perseguire e non lasciarsi scoraggiare da tutte le persone grige che ci circondano, tutte quelle che vivono una vita che non appartiene loro veramente.

Non abbiate paura di sfidare il futuro, armatevi di fiducia in voi stessi, e un po’ anche nel mondo che ci circonda, che alla fine non è poi così terribile. Toglietevi gli occhiali da sole e scoprite che il mono è a colori, le pellicole in bianco e nero ormai sono state superate, è arrivato il momento di vivere davvero.

Tutto questo era già dentro di me, c’è sempre stato, ma ci credo davvero da quando mi sono trovata faccia a faccia con Cristina Caboni.

e327ec46a1be448a89566ce79f952846

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...