Snoopy Time

ALIM0196

Grazie a questa carinissima striscia voglio introdurre un argomento che mi riguarda in prima persona: il sonnambulismo.
Penso che tutti voi sappiate cos’è e magari qualcuno ne è anche soggetto, ecco, io sono una di queste.
Ma ora una panoramica generale e scientifica di cos’è il sonnambulismo (e qui mi affiderò a delle fonti migliori di me…)

“Il sonnambulismo è un disturbo del sonno caratterizzato da attività motorie automatiche che, solitamente, sono semplici e fatte quotidianamente. I sonnambuli possono arrivare a uscire dal letto mentre stanno ancora dormendo, e camminare, uscire di casa, mantenendosi in stato di incoscienza però, nonostante le convinzioni popolari, la maggior parte dei sonnambuli non cammina, ma si limita a sedersi sul letto ed esegue gesti ripetitivi come l’atto di lavarsi e vestirsi. Sulle cause le opinioni sono discordanti, anche se tecnicamente vi è una ipereccitabilità della corteccia cerebrale che da un lato impedisce il sonno profondo e dall’altro mantiene attivi i meccanismi di veglia e di sonno. Studi più recenti hanno individuato la causa del sonnambulismo in una alterazione genetica del cromosoma 20. Il gene responsabile, tuttavia, non è stato ancora identificato.”

Wikipedia

Qui, però, mi permetto di dissentire con Wikipedia che a volte non è molto affidabile…dice che è raro che i sonnambuli camminino…ecco, parlate con una che quando va in sonnambula cammina sempre e vaga ovunque, e per ovunque intendo davvero ovunque: ricorderò per sempre la notte in cui, in vacanza in montagna col camper, mi sono svegliata fuori dalla porta dell’abitazione su quattro ruote con mia mamma che mi urlava dietro di fermarmi…
Mi hanno poi raccontato che io mi ero tranquillamente alzata e avevo aperto la porta (cosa incredibile perchè quella porta non riesco ad aprirla nemmeno da sveglia e perfettamente cosciente) e mia mamma si era svegliata perchè aveva sentito una folata di freddo entrare in camper. La mia motivazione sull’azione appena commessa, basandomi sul sogno che vagamente ricordavo, era che dovevo andare in bagno e mi stavo recando ai bagni del campeggio. Uno dei più grandi interrogativi della mia vita è: se nessuno mi avesse svegliata, sarei davvero andata in bagno per poi tornare al camper o mi sarei persa in giro? Oppure, se mi fossi svegliata da sola in mezzo al campeggio, cosa avrei pensato e come avrei reagito? Ricordo che le primissima volta che sono andata in sonnambula (anche quella volta eravamo in montagna col camper) quando mio fratello mi ha svegliata perchè gli stavo facendo paura dicendo cose senza senso (eravamo entrambi piuttosto piccoli…io avevo sei anni, mi pare) ho avuto un attacco di panico non capendo perchè mi trovassi in piedi e stessi parlando. E’ stata una sensazione terribile.
Adesso, invece, quando mi capita che resto semplicemente in camera mia e poi torno a letto tranquillamente senza svegliarmi senza che nessuno se ne accorga mi sveglio al mattino con una sensazione stranissima addosso e adesso so che quella sensazione indica che di notte mi sono alzata e ho fatto qualcosa, il difficile è capire cosa perchè al momento non ricordo nulla, poi durante la giornata comincio ad avere dei flashback di cose che ho spostato…una volta ho perfino nascosto il dizionario…sono molto problematica.
Altri avvenimenti da ricordare…vediamo…ah sì! Una volta quando avevo circa dieci anni ero convinta che mi servisse un fazzoletto e sono andata in camera dei miei perchè sapevo che nel cassetto di mia mamma avrei trovato il pacchetto. Mia mamma si sveglia sentendo che qualcuno sta frugando nel cassetto del comodino accanto a lei e si è spaventata pensando che fosse un ladro.
Oppure, ultima cosa che aggiungo prima di avviarmi alla conclusione, una notte in piena estate vado sempre in camera dei miei e giustifico l’irruzione dicendo di aver freddo, dunque apro la cassapanca con le coperte e recupero un sacco a pelo caldissimo con i miei convinti che fossi sveglia.
Mi sono svegliata per davvero boccheggiante e completamente sudata perchè morivo di caldo.

Senza dubbio, il sonnambulismo offre molti racconti da fare in compagnia, ce ne sarebbe un altro davvero molto ridicolo ma anche imbarazzante che oggi tralascerò ma che i miei amici conoscono nei dettagli e ogni volta che esce fuori il discorso scoppiamo a ridere, e dire che questo avvenimento corrisponde al mio primo episodio di sonnambulismo, posso affermare di aver cominciato in bellezza!
Quasta cosa di essere sonnambula non mi è mai dispiaciuta, anzi, non so per quale assurda ragione mi è sempre piaciuta, peccato però che gli esperti abbiano ragione quando dicono che è molto frequente, per chi ne soffre, nell’età compresa tre i 7 e i 12 anni perchè da quando ho passato i 12 si sono ridotte al minimo le mie vicende e nell’ultimo anno (2014) non mi è mai successo.

Avete voglia di raccontarmi cosa ne pensate del sonnambulismo? oppure, se anche voi ne siete soggetti, avete compiuto qualcosa da ricordare e che volete condividere? Spero di si perchè sono curiosa di sentire qualche altra opinione di qualcuno che è stato in sonnambula contando che tra i miei conoscenti io sono l’unica (se non contiamo mia mamma, infatti credo che sia ereditario contando che io, mia mamma e mio nonno da parte di mamma siamo sonnambuli)

Tutto questo partendo dal mio amato Snoopy!

PS. negli ultimi giorni ho scattato altre foto ai miei peanuts e quindi presto appariranno sul blog anche personaggi come Charlie Brown, Linus, Lucy e Piperita Patty e non ci sarà più soltanto il nostro bracchetto, spero che vi piacciano, me per ora dovrete aspettare la prossima settimana 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...