E ancora Snoopy

Prima di regalarvi la terza striscia riporto, come promesso, le interpretazioni e le riflessioni che sono nate grazie alle strisce precedenti:

Per “Peanuts” del 2 gennaio:

“Ottimo proposito il tuo!!!! La vita è un cammino fatto di momenti bui e luminosi, di sogni e di incubi,
l’importante e non arrendersi mai e ricominciare ogni volta che si rimane delusi o s’inciampa nelle difficoltà. Snoopy lo vedo annoiato, demotivato e senza fantasia, poverino. Non è il tuo caso perché ho letto che sei ottimista ed allora…… avanti tutta. :-)”

By  lucetta (http://lucetta2014.wordpress.com/)

“Bella idea e appoggio in pieno le parole di Lucetta … si cade, si sbaglia, si corre il rischio di “ripetersi” ma se si trova la voglia di FARE … tutto cambia prospettiva. In bocca al lupo :D”

By semplicesai (http://semplicesai.wordpress.com/)

Per “Il Peanuts della settimana” del 12 gennaio

“Già ascoltare qualcuno fa una grande differenza. Perchè, di solito, è difficile trovare qualcuno che “ti offra” qualche minuto solo per “ascoltare”… magari non si può cambiare nulla però, talvolta, parlare fa vedere le cose in maniera diversa e qualche volta anche se non sembra, si possono gettare le basi per una soluzione ;)”

By semplicesai

Grazie mille per aver appoggiato questa piccola idea!

E ora un attimo di riflessione…questa striscia mi ha fatto pensare davvero tantissimo, soprattutto perchè in molte occasioni mi sono ritrovata a pensare la stessa cosa ancora prima di aver letto questa vignetta.

ALIM0189

Quante volte ci guardiamo attorno e vediamo una casa, una famiglia, dei giocattoli, dei libri, un computer, uno stereo, una tv…insomma, tutto ciò che per noi e scontato, e quante volte invece ci ritroviamo a pensare che per qualcuno questo non vuol dire normalità? Quante volte ci sentiamo in colpa della nostra felicità? E allora cosa possiamo fare? A volte ci laviamo la coscienza con una offerta durante la messa, o comprando una rosa al semaforo, o dando i vestiti in Caritas…sono tutte azioni bellissime che possono cambiare una cosa…ma è importante tener conto che con che fine vengono fatte. Non devono essere spinte dalla voglia di placare questo “senso di colpa”, devono essere fatte con la speranza che possano servire, con l’idea che vedendo sparire una vecchia maglietta in un cassone giallo un bambino potrà restare al caldo. Alla fine il risultato non cambierà…sia che quella maglietta sia stata donata con la consapevolezza sia che sia stata donata per lavarsi la coscienza il bambino la riceverà ugualmente, ma cambierà qualcosa in noi. Avete mai provato quella sensazione di calore che si sprigiona dal petto solo per il semplice fatto che si è compiuto qualcosa di giusto solo perché è giusto? Io si, ed è una cosa meravigliosa che scalda più di qualsiasi fuoco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...