Happynes…la felicità è…

La felicità è…snoopy-e-la-felicitàe per voi cos’è la felicità?

Scrivo tutto questo perchè oggi sono felice…di solito sono sempre piuttosto felice, sono una persona che pensa sempre tutto positivo e riesce sempre a vedere il mondo a colori, ma in questi due giorni mi sento più felice del solito.

felicità...

Questo articolo avevo intenzione di scriverlo ieri, ma a seguito si un malfunzionamento di internet non ho potuto e…meglio così perchè pure oggi è una giornata da raccontare.

Ma cosa è successo esattamente per farmi sentire così? Sinceramente non lo so…come dice la poesia di Pablo Neurda “…non è successo niente a nessuno […] semplicemente sono felice…” o forse sono stati tutti qui piccoli istanti che ho vissuto in questi due giorni, piccoli attimi di felicità che mi hanno fatto illuminare la giornata.

Ieri mattina, a scuola, una mia nuova amica del liceo è arrivata con il mio regalo di Natale e mi ha chiesto di aprirlo subito; una volta aperto il pacchetto mi sono trovata tra le mani un Paperinik del 1995 e un numero di Iron Man, questo di pochi giorni fa, ed entrambi mi sono piaciuti moltissimo.

In prima ora, come in seconda, avremmo dovuto avere pittoriche (frequento il liceo artistico) ma il prof era assente. Le mie amiche erano tutte impegnate e così, non avendo niente di meglio da fare, mi sono seduta in un angolo per terra a leggere Iron Man con la musica nelle cuffie.

Sarò stata a pagina due quando è comparso un mio compagno di classe con il quale sto andando molto d’accordo nell’ultimo periodo (che tra l’altro è quello che mi ha fatto conoscere Kingdom Hearts) che mi ha detto qualcosa come: -…sei quasi più asociale di me…- (non ricordo cosa abbia detto esattamente, anche perchè avevo su ancora le cuffie)

e, dopo questo, non so nemmeno come, mi sono ritrovata con la sua PSP in mano a giocare, guardate un po’, a Kingdom Hearts. Mentre giocavo lui è sparito nuovamente per un po’ per poi tornare e sedermisi accanto e così ho passato il resto dell’ora a giocare e a chiacchierare con lui (poi è anche arrivato un altro nostro compagno e ci siamo messi a parlare di Pk dato che anche lui lo legge.)

Questo è stato un bellissimo inizio e ho passato davvero una mezz’oretta divertente.

In seconda ora, purtroppo, siamo stati divisi e io sono finita nell’aula di multimediale dove stavano proiettando dei filmati.

Le due ore seguenti il prof di italiano ha interrogato e, avendo io già il voto ho passato l’ora a fare di tutto tranne che ascoltare. Infine, in sesta ora, la prof di matematica ha riconsegnato le verifiche e non c’è bisogno di dire che pure in quell’ora non abbiamo fatto molto.

Così, dopo una mattinata scolastica piuttosto inutile sono tornata a casa e, dopo aver mangiato ho deciso di uscire. Prima di tutto sono passata in Municipio dove si riunisce sempre la compagnia che avevo alle medie, sono stata con loro un quarto d’ora e poi sono andata a chiamare la mia migliore amica. Ci siamo trovate anche con un’altra nostra amica e siamo state un po’ in giro raccontandoci gli ultimi avvenimenti e parlando della scuola (eravamo tutte e tre insieme alle medie ma ora abbiamo scelto tre indirizzi completamente diversi; artistico, linguistico e scienze umane).

Verso le cinque e mezza io la mia migliore amica siamo rimaste sole, dopo aver riaccompagnato l’altra a casa. Abbiamo semplicemente chiacchierato come al solito ma è stato strano. Mi sono accorta di quanto siamo cambiate e quanto siamo cresciute…ormai ci conosciamo da dieci anni e abbiamo preso strade molto diverse, però, nonostante tutto, andiamo sempre d’accordo come un tempo. Adesso siamo molto diverse; vestiamo in modo diverso, talvolta  ascoltiamo musica diversa, su alcune cose la pensiamo in modo completamente differente, eppure siamo ancora amiche e mi piace pensare che lo saremo ancora a lungo.

Durante la giornata di ieri ho ricevuto anche una bellissima notizia: il 12 gennaio comincerò il corso per diventare volontaria alla croce rossa…era da ottobre che aspettavo notizie e finalmente so quando comincerò! Naturalmente questa è stata anche la scusa per scrivere al mio “fantastico vicino di banco” (delle medie…ma meglio non approfondire la parentesi su questa persona perchè avrei davvero troppe cose da dire)

Oggi, ultimo giorno di scuola (eggià, purtroppo vado al sabato) è cominciato con motoria dove siamo stati liberi di giocare e ciò che volevamo e io e altre mie amiche, assieme anche al mio compagno di Kingdom Hearts (devo trovare dei nomi più adatti per parlare dei miei compagni se no è un casino) e ad un suo amico abbiamo giocato a pallavolo.

In seguito alle due ore di motoria c’è stata matematica, durante la quale non abbiamo seguito una parola di ciò che diceva la prof, ma ci siamo tirati palline di carta, cantato di tutto e di più e fatto molte altre cose che, con un’altra prof, di certo non avremmo potuto fare.

Dopo l’intervallo è arrivato il momento di fare festa! Un ragazzo dell’altra classe aveva portato le casse e, nell’aula di religione, abbiamo messo la musica e bhe, ci siamo divertiti. Non era certo il mio genere di musica, però in quel momento ci stava troppo e mi sentivo davvero bene. Alcune mie compagne si sono messe a ballare, ma io non avuto il coraggio, però comunque giravo per la classe quasi saltellando con un sorriso a trentadue denti.

Al suono della campanella tutto è finito e posso felicemente annunciare l’inizio delle vacanze di Natale che, come avrete capito, per me cominciano nel migliore dei modi.

Mi piacerebbe dire a tutte quelle persone che hanno contribuito alla mia felicità quanto voglio loro bene e quanto sono speciali per me, ma come al solito non sono abbastanza coraggiosa per farlo e ancora una volta rimarrò con i miei rimpianti, ma per il nuovo anno ho deciso di cambiare, voglio vivere quella mia filosofia di vita che mi ripeto ormai da mesi “meglio i rimorsi dei rimpianti” perchè se hai un rimorso sai di averci provato, ma con un rimpianto non sai mai se sarebbe potuta andare a buon fine. Forse così potrò rimediare a tutte quelle occasioni che mi sono lasciata sfuggire nel corso degli anni e che ora rimpiango.

Grazie a tutti di essere arrivati a leggere fino a qui. Questo articolo non è niente di speciale, raccoglie solo le farneticazioni di un’adolescente felice, ma spero che se qualcuno lo abbia letto, sia stato almeno leggermente contagiato dal mio sorriso.

untitled

PS. scusate gli errori ma sono di fretta…prima o poi correggerò

PPS. Felicità è…aver comprato i marshmallow 🙂

Annunci

Un pensiero su “Happynes…la felicità è…

  1. E’ bello essere felici e tutti vorremmo esserlo il più a lungo possibile. Tu che sei giovanissima hai tutte le ragioni per esserlo anche quella della non-conoscenza della vera realtà della vita in quanto vivi ancora protetta dalla famiglia, dalla scuola e dalle leggi. Tra qualche anno ti ritroverai tra i pescecani e magari rivaluterai la tua condizione.
    Tuttavia è bello quello che sei (creativa, ami leggere e scrivere e ami il tuo pianeta…) e ti auguro di trovare sempre la forza e gli stimoli giusti per proseguire. Io ci ho provato, ci sto provando ancora. Mi sono creato un lavoro che mi permette di viaggiare per conoscere popoli e aspetti del nostro mondo che altrimenti non avrei mai conosciuto.
    Il mio blog è aperto da pochissimo ma conto di metterci molti racconti dei miei viaggi.
    Ricordati una cosa: Crescendo non abbandonare mai per strada né in una soffitta la bambina che è dentro di te e di tanto in tanto chiediti perché sei felice.
    A proposito, il mio blog si chiama sognidoltremare. Come vedi anche io sono un sognatore.

    Bruno.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...